Articoli

Tempo di Keuring

DI SIMONETTA TALAMI E ANDRÈ ZWAAGMAN
Come ogni anno si rinnova l’appuntamento con il keuring italiano organizzato dall’Associazione Italiana Fresian Horse. Questa importantissima manifestazione è l’unica ufficialmente riconosciuta dalla FPS e valevole a livello internazionale, per tanto, ogni appassionato dovrebbe partecipare almeno una volta!

Per i cavalli che parteciperanno, è tempo di preparativi per giungere al top della forma all’appuntamento! quindi vi diamo qualche consiglio su come prepararlo al meglio.

Muscoli: il cavallo deve averli in bella mostra, un cavallo ben lavorato è assai gradito alla giuria. Quindi sotto con il lavoro e associate una buona alimentazione. I nostri amici olandesi aggiungono anche un po’ d’avena al pastone, questo rende il cavallo più pimpante, cosa molto importante durante l’esibizione!

Grooming: il giorno del keuring, prima dell’ingresso nell’arena, alla normale pulizia aggiungete:

* muso, (naso e occhi) passate con una spugnetta dell’olio baby
* corpo, spruzzate dell’ Equistar o prodotti analoghi per far brillare il pelo, va passato con una spazzola morbidissima a pelo lungo
* zoccoli, del grasso nero, ma i nostri amici olandesi utilizzano del comune colore spray nero, lo preferiscono perché più resistente ed economico
* coda e criniera, esiste un olio apposta, lo trovate in selleria, abbondate!

Alla giuria olandese è anche gradita una particolare tosatura, l’ha fatta per noi Andrè di Stal De Oergong di Huins al nostro Tiesto. Serve solo a scopo estetico e deve essere eseguita rigorosamente una settimana prima del keuring, essa riguarda: zampe, testa, naso e orecchie.

La finalità è quella di togliere pelo in eccesso e dare al cavallo più leggerezza, inoltre permette ai giudici una più corretta valutazione di gambe e tendini. L’importante è togliere tutti quei peli che rendono disordinate le gambe nel cavallo, nella gallery passo passo tutta questa tosatura:

Barocco,classico o moderno?

Barocco,classico o moderno?
DI ALESSANDRA CANTONE
Grazie al suo aspetto appariscente, il frisone è stato ampiamente utilizzato nei film ed è diventato molto popolare. La razza deve molto della sua attuale popolarità alla comparsa dello stallone Goliath (vero nome Othello) nel film del 1985, Ladyhawke, che ha innescato un interesse in tutto il mondo in questi bellissimi e nerissimi cavalli. Come già descritto nel reportage sull’Hengstkeuring, il cavallo frisone sta però cambiando… ormai rimane...

Ultimi commenti

Discussioni degli utenti

Ultime foto inserite