Articoli

Non c'è trucco non c'è inganno (solo ragadi tutto l'anno)

DI ALICE FERRARIS
Ragada Kedavra

Sa, facciamo un discorso serio.
...che detto da me è un po' come quando il 31 dicembre uno promette di smettere di mangiare cioccolato mentre pulisce con le dita il fondo di un vasetto di nutella.

E poi, sinceramente, come cavolo si fa a restare seri?
La faccenda ha del demenziale... cioè, o sbattiamo tutti la testa dentro le pilie* a ritmo di samba, o ridiamo a crepapelle come gli ubriachi strafatti di cocacola.
Fate vobis.

Possiamo anche metterci a tavolino e fare una lista della spesa.
Per esempio: voi, sulle ragadi, che cosa mettete?
Siete per il farmaceutico, o per i rimedi della nonna?

(è escluso che non siate per nessuna delle due fazioni: se avete un frisone, cari miei, anche se fate finta di niente, LO SAPPIAMO che traboccate anche voi di merdosissime ragadi)

Le squadre quindi sono due: la verisone con la ricetta del veterinario e quella con la ricetta di Nonna Papera.

I fan della farmacopea amano tantissimo il Sebacil.
Sembra una parolaccia, o il nome di un burrocacao contro l'herpes.
Ma pare che funzioni relativamente bene; e vorrei anche vedere, visto che mediamente devi partecipare a due crociate e una guerra dell'Anello per averlo.
Intanto, i vet sono duri da convincere a prescriverlo. E se riesci ad ottenere la sospirata ricetta, questo non vuol dire che tu sia a buon punto.
Quando chiedi al farmacista se per caso ha del Sebacil, ottieni delle splendide risposte tipo: Provi al Carrefour, Mai sentito sarà fuori produzione, Ma dove ce l'ha l'herpes?


Ho sentito anche raccontare storie meravigliose sulla Preparazione H.
Sì, quella per emorroidi.
Che adesso... già sti cavallli sono un po' delle merde, se poi ancora li mandiamo in giro che profumano di pomata da culo, ci diamo veramente la zappa sui piedi.
No, gente: anche qualora funzionasse, la Preparazione H è proibita. Troppo scandalo.
Che poi mi chiedo... in una scuderia seria (non come quelle che frequento io, praticamente) magari in un posto dove ci sono apposite zone toeletta sempre trafficate... tu, infelice proprietario di frisone ragadoso, come ti introduci fra la gente perbene con un tubetto di pomata per le emorroidi in mano?
Dico, metti che proprio lì davanti a te ci sia l'uomo della tua vita; un Antonio Banderas alto e possibilmente celiaco (così ci leviamo dalle palle questo merda di mulino)... e tu?
E tu sei lì, con una scollatura vertiginosa, i pantaloni di due taglie in meno per far risaltare il tuo bel lato B, i capelli ravvivati dal sole di mezza estate... ed un tubetto di pomata per il culo in mano.
Ehhhh... sono momenti difficili.

C'è poi ovviamente il Betadine.
Oh, sacro rivolo di Betadine, a te noi ci affidiamo.
...come faremmo senza il tubetto/botticino di tinta rosso hennè, proprio non saprei.
Siccome sulle ragadi ho visto mettere praticamente di tutto eccetto la pastasciutta alla carbonara, ovviamente ci ho visto colare sopra anche del Betadine.
Se poi faccia male o bene non so dire...
Idem per lo spray caf: molto natalizio, con quella gradevole sfumatura blu cresta di punk che dà giusto quell'ultimo tocco di hard rock a questi nostri poveri cavalli neri.
In entrambi i casi, ho avuto il sospetto che si esagerasse con entrambi i medicamenti non tanto perché avessero un qualche effetto sulle ragadi... ma perché faceva fighissimo A, mettere qualche unguento al cavallo, e B perché sono unguenti incredibilmente colorati che si vedono anche a due gomene di distanza.

Altro rimedio di sempre, talvolta anche scaramantico, è la rasatura da guerriero Zulu.
Via todos... un taglio tattico alla moquette dabbasso e tanti saluti alle ragadi.
Qui vanno distinti due tipi di frisone:
- quello estremamente peloso, quello che ha un moonboot di pilu calzato circa al ginocchio che scende fino a terra a mo' di salice piangente, della consistenza media delle setole di cinghiale e molto propenso a creare indesiderate acconciature rasta;
- e quello che invece ha una leggera barbetta al nodello (come la mia) tanto per far sapere a tutti che no, merda, non è un fottuto murgese (e te possino anche, li mortacci tua stecchiti!)
Solitamente chi ha da trarre più beneficio dalla rasatura dell'aiuola è il frisone molto peluccoso... il quale al 99% è in mano ad uno che lo ha scelto appositamente per quello e ha in odio anche solo l'idea di prendere in mano la tosatrice per raparsi il cavallo (uomini, diciamocelo, sono quasi tutti uomini; gente dura, che pur di non tosare il frisone, preferirebbe essere oggetto di una raffinata ceretta brasiliana eseguita a mani nude).
Anche se, nemmeno tanto di rado, capita che il frisone nudo come un gatto sphynx sia non di meno perfettamente in grado di riempirsi di ragadi fino al garretto.


Dall'altra parte del fiume Kwai ci sono i rimedi di Nonna Papera.
C'è chi dice di aver ottenuto risultati incredibili con abluzioni in acqua distillata, estratto di calendula, infuso di camomilla e zenzero... poi due uova e via, la pasta frolla è pronta per andare in forno.
Io, personalmente, amo molto il salato e quindi sono per la nostra (un tempo)gloriosa tradizione mediterranea: olio di oliva.
Sì, io spennello con abbondante olio di oliva, massaggio il pelo e la pelle sani più o meno una volta ogni 2/3 mesi... se Mu non sta brava, ci metto anche un po' di mostarda e senape, poi due rametti di rosmarino su per il culo e così se mi fa venire voglia di farla a fettine, almeno è già condita.
Balle a parte: l'olio di oliva è per sua natura un discreto... condimento... per frisoni pirla e anti-ragadi per eccellenza.

Il problema è sempre il solito: scienza VS rimedi delle campagne.
Meglio il farmaco o l'intruglio casalingo?
Chi la vince?
La vince la ragade, ecco chi la vince; tanto qualsiasi cosa usiate, quella torna.
Poco ma sicuro.

Però no, dai, non è vero: io il rimedio sovrano alle ragadi l'ho trovato.
Funziona, lo giuro: se fate come vi dico io, vi assicuro che il pelo ai nodelli non sarà mai più un problema e non causerà orribili putridumi basso locati.
Quindi... andate a casa, recitate le parole magiche Bibidibobidibù, io sta ragade di merda non la voglio più!!

...poi andate dal commerciante, date dentro il frisone, compratevi un fottuto murgese ed il gioco è fatto.
Voilà, problema risolto.
Sono brava?



*"pilie" è il diminutivo piemontese di "piliere" inteso per colonna o proprio il piliere dell'ostacolo.


Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere utenti registrati ed aver eseguito il login.

Cosmopolitan

Cosmopolitan
DI ALICE F.
So per certo che ci sono, tra voi frisobookiani, un botto e mezzo di proprietari di frisoni. E so che fra questi ce n’è un numero discerto che tiene il cavallo a casa. Ma la maggioranza di noi è gente di scuderia: padroni, affidatari, allievi delle scuole appassionati di mantelli mori e colli da toro. Ora, ditemi che non è vero, se osate…. La verità è che i nostri maneggi a volte fanno concorrenza alla neuro. Ma mica per scherzo. Cominciamo dal...

Discussioni degli utenti

visualizza tutte le discussioni
DOCUMENTI
Creato il 29 ottobre 2018 alle ore 21:54:10
1 commenti. - Ultimo commento di Simonetta Talami
Pubblicato il 08 novembre 2018 alle ore 09:35:00
UTILIZZO FRISONI
Creato il 25 ottobre 2018 alle ore 12:05:54
2 commenti. - Ultimo commento di Roberta Inama - Il Corsiero Italiano
Pubblicato il 08 novembre 2018 alle ore 11:07:56
PROBLEMA DERMATITE
Creato il 01 dicembre 2017 alle ore 15:48:55
OFFRO FIDA COMPLETA FRISONE FEMMINA, 11 ANNI, BUONA
Creato il 21 settembre 2017 alle ore 21:48:53
CONSIGLI PER MONTARE
Creato il 10 settembre 2017 alle ore 12:29:52
CERCO FRISONE
Creato il 25 giugno 2017 alle ore 16:59:28