Articoli

Tempo di keuring 2

DI IN GENTILE COLLABORAZIONE CON PIET SIBMA, GONNY ZWAAGMAN, SCRITTO DA SIMONETTA TALAMI E CHIARA COLLINI
L'appuntamento di fine estate si avvicina ed è bene sapere tutto quello che bisogna fare per presentarsi al meglio al keuring italiano.

Abbiamo visto gli allevatori lavorare su 4 punti fondamentali, ma la maggior parte dei cavalli viene affidata ad esperti e alle loro "scuole per keuring" dove il cavallo viene addestrato, valutato nei pro e nei contro e migliorato nei difetti con un allenamento mirato. 
Premesso questo vi illustriamo questi quattro punti, e vi ricordiamo di rivolgervi sempre a persone di fiducia:

Alimentazione
Lavoro
Addestramento alla mano e osservazione dei difetti
Grooming

Alimentazione
I frisoni sono cavalli robusti e i giudici apprezzano particolarmente i cavalli ben in carne, che non vuol dire grassi, ma pieni.

Con il permesso di Chiara Collini vorrei proporvi due immagini della bellissima Neke.

Nella prima foto la cavalla si presenta "troppo magra" per lo standard dei giudici, nella seconda è invece in perfetta forma, infatti ha ricevuto la ster:


Questa la "dieta" consigliata per uno stallone, può variare da soggetto a soggetto, ma più o meno è questa:
3 pasti al giorno:
fieno 10 kg divisi nella giornata
muesli 4 kg
avena 2 kg

ad esempio:
mattino fieno 5 kg
pranzo 2 kg di muesli + 1 kg di avena
cena 2 kg di muesli + 1 di avena + altri 5 kg di fieno

L'avena aiuta il cavallo ad essere più brioso durante la sua prova, un buon temperamento è molto gradito ai giudici.

L'addestramento, mirato al keuring.
Ovviamente se il vostro animale viene lavorato con regolarità non avrà problemi di muscolatura.
Piet Sibma, nella sua "scuola di keuring"  spesso ha a che fare con cavalli giovani e sdomi (ne prepara circa 400 all'anno) la sua tecnica di preparazione è questa:
il cavallo va girato alla corda, al trotto, 3 o 4 volte la settimana per 15/20 minuti per mano. Barriere a terra messe a ventaglio, ad una distanza di m 1,50, fino ad arrivare ad una distanza di 2 metri.
L'attrezzatura consiste in:
un comune fascione da lavoro
una comune loghina di 8 metri
una comune frusta lunga una corda da 12 metri, non eccessivamente grossa e morbida
non dimenticate i guanti!

La corda da 12 metri va annodata nella sua metà, in modo da avere due estremi da 6 metri l'uno. Il nodo deve essere posizionato in corrispondenza dell'anello centrale del fascione e fatta scorrere fino all'ultimo anello da ambo i lati. Quindi fatta passare dentro agli anelli del filetto dall'esterno all'interno e annodata all'anello del fascione che si trova tra gli anteriori del cavallo.
Se è tutto corretto di trovate a fare un nodo con 30/40 cm di corda in mano. La testa del cavallo sarà ora bassa e incollata.



A proposito del lavoro alla corda, vogliamo proporre un breve estratto dalla rivista olandese Phryso dove viene discusso quanto sia importante il lavoro alla longia nell’addestramento del cavallo. Si intende in particolare cavallo giovane, dai primi tempi dell’addestramento (3 anni – 3 anni e mezzo) in su. Il lavoro alla corda si basa sull’esperienza e sulla conoscenza che l’addestratore ha nel cavallo, cosicche’, guardandolo camminare e muoversi, egli potra’ capire SE e quali “attrezzi” (limitati) possono essere utilizzati durante l’allenamento.
Ad un vero e bravo addestratore serviranno davvero pochi aiuti. Ma il fattore sicuramente piu’ importante, e’ il tempo. Dall'insieme di queste cose dipende la buona riuscita dell'allenamento. Prima di attaccare la longia al cavallo, pima di metterlo in circolo e iniziare la sessione di lavoro, bisogna osservare la struttura del nostro amico.
E' quest'ultima, infatti, che decide e determina come il cavallo deve essere allenato...in che modo, insomma. Altre cose importantissime da tenere a mente, oltre la corporatura, sono l'età e le condizioni fisiche. In base a questo si decide il tempo di allenamento.
Nel caso del cavallo frisone, data la sua corporatura massiccia, l'allenamento di base, avrà tempi più lunghi rispetto ad un "normale" cavallo...
ci si impiegherà per esempio, in media, 1 o 2 anni in più che con un KWPN. Allo stesso tempo, data la sua corporatura massiccia, bisogna ricordare che il frisone e’ un cavallo che necessita di poco allenamento. Poco e spesso. 15 – 20 minuti al giorno, sono sufficienti. L’importante e’ farlo bene.
L’obiettivo che vogliamo raggiungere con un buon lavoro di base e’ ottenere, alla fine, un cavallo che lavora in perfetto equilibrio, con i posteriori che spingono sotto il corpo e la testa bassa, non incappucciata. Tutto questo, giovera’ alla salute del nostro cavallo. La schiena, in particolare, diventera’ un forte ponte tra la parte anteriore e posteriore e, con un allenamento costante e fatto nella corretta posizione, otterremo un cavallo agile, forte e con maggiore flessibilita’ nei movimenti.


Addestramento alla mano e osservazione dei difetti
Piet Sibma durante un interessantissimo clinic ci ha riassunto il modo per presentare un cavallo alla mano:
Il cavallo va fatto passeggiare con il filetto e la corda legata agli anelli, come normalmente si fa.
Il runner deve stare alla sua sinistra in corrispondenza della spalla, tenendo con la mano destra la longhina e con la mano sinistra un frustino. Quest'ultimo va tenuto davanti al muso del cavallo, in modo che l'animale si possa "concentrare" su di esso, focalizzandolo e rispettandolo, il cavallo sarà così ordinato al passo di fianco a voi.

Quando il cavallo risponde bene, è pronto a trottare alla mano! abbassando il frustino e incitando il trotto. Un compagno munito di frusta lunga e una bottiglietta vuota di acqua da mezzo litro, con dentro un po' di ghiaia, da agitare ritmicamente. Il cavallo va abituato gradualmente al rumore della bottiglietta (deve essere incitato non spaventato.

Tenendo il cavallo ben lontano, il runner abbassa il frustino  davanti al muso, e il compagno di inizia a correre stando dietro e muovendo ritmicamente la bottiglietta, la frusta lunga serve anche a tenere il cavallo in direzione.
Il runner sta tra il cavallo e la staccionata, il compagno all'interno, esattamente come nella foto qui sotto:

Grazie a questo addestramento ogni stallone presente al Hengstenkeuring è sceso in arena con in bocca un semplice filetto snodato.

Il cavallo va osservato nei difetti e con l' addestramento mirato può essere migliorato.
Piet Sibma ci raccontava che lui cerca, durante la presentazione di esaltare le qualità e mitigare, dove possibile, i difetti. Addirittura facendo fermare il cavallo in zone con più o meno sabbia, a seconda del tipo di conformazione dell'animale. Di questa interressante intervista stiamo preparando la traduzione.

Grooming
Vi rimandiamo al precedente articolo su come eseguire la tosatura.
Abbondate in olio ed Equistar o chi per esso! Ricordate di fare il treccione alla criniera del vostro cavallo, e di tenerlo fino a poco prima di entrare nell'arena.

Qui la preparazione di Jerke 434, nella prima foto Sabine applica agli zoccoli un comunissimo spray nero, quello usato per le automobili:
Importante è fare questo gesto, lo abbiamo visto ripetuto spesso, serve a sgomberare il muso dal ciuffo, per mettere in evidenza il profilo del muso ma è anche segno di cura e attenzione! L'ultima cosa da fare prima di consegnare il cavallo al runner:
Felice keuring a tutti!

Voglia di vacanza: è ora di un bel viaggetto in Frisia!

Voglia di vacanza: è ora di un bel viaggetto in Frisia!
DI REDAZIONE
Prima o poi noi frisomaniaci DOBBIAMO andare in Olanda, in particolare nella regione della Frisia. Il modo più semplice è quello di andare in aereo e poi noleggiare un automobile. E' necessario saper parlare un poco di inglese. Gli allevamenti da visitare sono moltissimi, da piccoli a grandi. Grazie alle compagnie low cost raggiungere l'Olanda è molto comodo, gli aeroporti più vicini a Leeuwarden sono Eindhoven e Amsterdam, le compagnie low cost sono:...

Discussioni degli utenti

visualizza tutte le discussioni
DOCUMENTI
Creato il 29 ottobre 2018 alle ore 21:54:10
1 commenti. - Ultimo commento di Simonetta Talami
Pubblicato il 08 novembre 2018 alle ore 09:35:00
UTILIZZO FRISONI
Creato il 25 ottobre 2018 alle ore 12:05:54
2 commenti. - Ultimo commento di Roberta Inama - Il Corsiero Italiano
Pubblicato il 08 novembre 2018 alle ore 11:07:56
PROBLEMA DERMATITE
Creato il 01 dicembre 2017 alle ore 15:48:55
OFFRO FIDA COMPLETA FRISONE FEMMINA, 11 ANNI, BUONA
Creato il 21 settembre 2017 alle ore 21:48:53
CONSIGLI PER MONTARE
Creato il 10 settembre 2017 alle ore 12:29:52
CERCO FRISONE
Creato il 25 giugno 2017 alle ore 16:59:28